Newsletter

Smart&Start Italia finanzia programmi di spesa tra 100 mila e 1,5 milioni di euro. E? previsto un mutuo senza interessi e senza richiesta di garanzie per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all'avvio del progetto, inclusi i costi del personale dipendente.

Le startup localizzate in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia beneficiano anche di una quota di finanziamenti a fondo perduto (20%).

Le domande di finanziamento si presentano esclusivamente sul sito www.smartstart.invitalia.it in modalità paperless e sono valutate secondo l?ordine cronologico di presentazione, nel rispetto del termine di 60 giorni previsto.

Maggiori informazioni su: http://www.smartstart.invitalia.it/site/smart/home.html

Consulta le altre news sulla pagina dedicata ?Focus Finanziamenti? del sito web della CCIAA di Salerno oppure segui la pagina facebook (https://www.facebook.com/cameracommerciosalerno/)

Fonte: CCIAA di Salerno

Le news pubblicate hanno finalità meramente informative, pertanto, la CCIAA di Salerno declina qualsiasi responsabilità per eventuali errori e/o omissioni. L'interessato ha l'onere di reperire i testi ufficiali a cui si fa cenno nella presente news direttamente alla fonte.

Con Decreto Dirigenziale n. 67 del 14 marzo 2017 la Regione Campania ha aperto la possibilità di presentare le domande di sostegno per la tipologia d'intervento 4.2.1 "Trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli nelle aziende agroindustriali", il cui bando ammonta a 35 milioni di euro.

La tipologia d’intervento 4.2.1 è rivolta alle imprese agroindustriali in una logica di integrazione con il settore agricolo e di sostenibilità ambientale nell’ambito delle filiere produttive campane: ortofrutticola, florovivaistica, vitivinicola, olivicolo olearia, cerealicola, carne, lattiero casearia, piante medicinali e officinali.

Sono ammissibili a finanziamento, fino ad un investimento massimo ammissibile di 4.000.000,00 di euro le seguenti voci di spesa:

  • la costruzione di nuovi stabilimenti nel tetto massimo di 2.000.000,00 di euro;
  • il miglioramento o l'ampliamento di edifici esistenti nel tetto massimo di 1.000.000,00  di euro;
  • gli investimenti per l'acquisto di macchine, impianti e attrezzature nel tetto massimo di 2.000.000,00 di euro;
  • l'acquisto di beni immateriali e spese generali nel tetto massimo di 100.000,00 euro.

Le domande di sostegno devono essere presentate per via telematica, tramite la compilazione della domanda informatizzata presente sul portale SIAN, previa costituzione/aggiornamento del fascicolo aziendale.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies policy.