Newsletter

È stato recentemente pubblicato il Decreto del Ministero della Salute 14 giugno 2017 che recepisce la Direttiva (UE) n. 1787/2015 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano.

Il Decreto va a sostituire gli allegati II e III del D.lgs n. 31 del 2 febbraio 2001 in materia di acque potabili: l'allegato II stabiliva le tipologie di controllo e le frequenze da osservare nel piano di campionamento annuale programmato dalle ASL, mentre l'allegato III forniva le specifiche per l'analisi dei parametri (metodo di analisi e caratteristiche di prestazione).

Per le acque potabili utilizzate nelle imprese alimentari i valori di parametro che devono essere rispettati dall'OSA restano invariati e corrispondono a quelli elencati nell’Allegato I del D.Lgs 31/2001.

Di seguito vengono riportate le principali modifiche:

In data 30 maggio 2017 è stata pubblicata sul sito del Ministero dell’Ambiente la Circolare Ministeriale 30 maggio 2017, n. 7619 “Circolare esplicativa per l’applicazione del decreto ministeriale 13 ottobre 2016, n. 264”.

 Come noto con decreto 264/2016 sono stati adottati i “Criteri indicativi per agevolare la dimostrazione della sussistenza dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti e non come rifiuti”.

Sulla GU 11 maggio 2017, n. 108 è stato pubblicato il DM 6 marzo 2017, n. 58 “Regolamento recante le modalità, anche contabili, e le tariffe da applicare in relazione alle istruttorie ed ai controlli previsti al Titolo III-bis della Parte Seconda, nonché i compensi spettanti ai membri della commissione istruttoria di cui all'art. 8-bis”.

Sulla GU 4 aprile 2017, n. 79 sono stati pubblicati il D.Lgs. 17 febbraio 2017, n. 41 “Disposizioni per l'armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico con la direttiva 2000/14/CE e con il regolamento (CE) n. 765/2008, a norma dell'articolo 19, comma 2, lettere i), l) e m) della legge 30 ottobre 2014, n. 161” e il D.Lgs 17 febbraio 2017, n. 42 “Disposizioni in materia di armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico, a norma dell'articolo 19, comma 2, lettere a), b), c), d), e), f) e h) della legge 30 ottobre 2014, n. 161”.

La Commissione europea, sulla GU UE L 92 del 6 aprile 2017, ha pubblicato il regolamento (UE) n. 2017/644 del 5 aprile 2017, che stabilisce i metodi di campionamento e di analisi per il controllo dei livelli di diossine, PCB diossina-simili e PCB non diossina-simili in alcuni prodotti alimentari e che abroga il regolamento (UE) n. 589/2014.

Il cosiddetto "mille proroghe" è ora formalmente diventato legge: sulla GU 28 febbraio 2017, n. 49 è stata pubblicata la legge di conversione del  DL 30 dicembre 2016, n. 244. La nuova legge è la 27 febbraio 2017, n. 19 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, recante proroga e definizione di termini. Proroga del termine per l'esercizio di deleghe legislative” ed introduce alcune modifiche rispetto al testo del Decreto.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies policy.