Newsletter

Sulla GU 11 maggio 2017, n. 108 è stato pubblicato il DM 6 marzo 2017, n. 58 “Regolamento recante le modalità, anche contabili, e le tariffe da applicare in relazione alle istruttorie ed ai controlli previsti al Titolo III-bis della Parte Seconda, nonché i compensi spettanti ai membri della commissione istruttoria di cui all'art. 8-bis”.

  L'art. 33, comma 3-bis, del D.Lgs 152/2006 prevede che con decreto siano disciplinate le modalità, anche contabili, e le tariffe da applicare in relazione alle istruttorie e ai controlli previsti dallo stesso D.Lgs, nonché i compensi dei componenti della Commissione incaricata di condurre le istruttorie per le domande di autorizzazione integrata ambientale di competenza statale.

 L’art.1 del DM in oggetto disciplina le modalità, anche contabili, e le tariffe da applicare ai procedimenti previsti dal D.Lgs 152/2006 in relazione:

  1. a) all'istruttoria necessaria allo svolgimento da parte dell'autorità competente delle attività previste dagli articoli 29-bis, comma 2, 29-ter, 29-quater, 29-sexies e 29-septies, del D.Lgs 152/2006, per il primo rilascio dell'autorizzazione integrata ambientale relativa a impianti nuovi o ad impianti esistenti, comprese le eventuali attività di aggiornamento dell'autorizzazione previste dall'art. 29-sexies, comma 8, del D.Lgs 152/2006, in caso di conclusione del procedimento ai sensi dell'art. 17 del D.Lgs 105/2015 successiva alla conclusione del procedimento di rilascio di autorizzazione integrata ambientale;
  2. b) all'istruttoria necessaria allo svolgimento da parte dell'autorità competente delle attività previste dagli articoli 29-bis, comma 2, 29-ter, 29-quater, 29-sexies e 29-septies, del D.Lgs 152/2006, per il riesame, con valenza di rinnovo dell'AIA, già rilasciata, disposto ai sensi dall'art. 29-octies, comma 3, del medesimo D.Lgs;
  3. c) all'istruttoria necessaria allo svolgimento da parte dell'autorità competente delle attività previste in caso di domanda, presentata ai sensi dell'art. 29-nonies, comma 2, del D.Lgs 152/2006, di autorizzazione ad esercire modifiche sostanziali in una istallazione già dotata di AIA, ovvero in caso di riesame dell'AIA già rilasciata, o avviato su istanza del gestore, o disposto con autonomo provvedimento, ai sensi dell'art. 29-octies, comma 4, dello stesso D.Lgs 152/2006 o disposto nella stessa AIA, alla luce di lacune nell'istanza che non si è ritenuto tecnicamente possibile superare nei tempi fissati per la conclusione del procedimento, e non tali da poter giustificare un diniego;
  4. d) all'istruttoria necessaria alla valutazione della comunicazione di cui all'art. 29-nonies, comma 1, del D.Lgs 152/2006, e all'eventuale conseguente aggiornamento dell'AIA già rilasciata in caso di modifica non sostanziale;
  5. e) alle attività di controllo previste ai sensi dell'art. 29-decies, comma 3, del D.Lgs 152/2006, basate sia sulla verifica della documentazione trasmessa dal gestore, sia sulle visite ispettive effettuate presso l'installazione, programmate sulla base di quanto previsto dall'art. 29-decies comma 11-bis e comma 11-ter del D.Lgs 152/2006;
  6. f) alle visite di verifica presso l'installazione da effettuarsi, ai sensi dell'art. 29-decies, comma 11-ter, del D.Lgs 152/2006, entro sei mesi per le installazioni per le quali la precedente ispezione ha evidenziato una grave inosservanza delle condizioni di autorizzazione.

 Restano escluse dal campo di applicazione del presente DM le ispezioni straordinarie di cui all'art. 29-decies, comma 4, del D.Lgs 152/2006.

 Infine vengono definiti i compensi relativi alla Commissione istruttoria per l'AIA - IPPC di cui all'art. 10 del DPR 14 maggio 2007, n. 90.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies policy.